Viaggiare Online.. No, non farlo!

Quest’anno è nata una nuova modalità di viaggiare in travel coaching, una possibilità per chi non può muoversi ma desidera comunque “viaggiare con me”…

Giulia è una delle partecipanti a questa prima esperienza, non le è piaciuta per nulla, per questo ha deciso di lasciare una testimonianza 😉

Buona lettura, anzi no… non leggere!

Perché ho scelto di viaggiare in Travel Coaching da casa?

Ho abbinato il mio bisogno di indipendenza con la mia volontà di condividere nuove esperienze con un gruppo, ed esplorare i luoghi e me stessa allo stesso tempo.
Il mio primo viaggio è stata la Scozia ma oggi voglio raccontarvi la mia esperienza di farlo online!
In quel momento viaggiavo per lavoro e mi sono unita al viaggio chiamato Insight Ireland con la nuova opportunità di seguire il vero viaggio attraverso i social media.
“Insight Ireland” è stata un’ancora o … meglio … un faro (!) a cui tornavo, durante quei giorni indaffarati.
Sono grata per la leggerezza, la magia, la bellezza e il divertimento che Ilaria può portare. Anche da lontano. per me è stato un viaggio nel viaggio!
Visto che per lavoro ero in Irlanda ho potuto in un secondo momento, vivere di persona alcuni dei luoghi che abbiamo “usato” durante i laboratori; altri giorni ho seguito il viaggio usando i luoghi in cui ero ma usando gli strumenti e gli indizi che Ilaria ci aveva dato la mattina, sfruttando al meglio i luoghi intorno a me.
I luoghi sono diventati come porte nel mio mondo interiore. Quindi … Posso essere le onde che si infrangono sulla Giant’s Causeway, essere l’erba di Tara Hill, o una delle pietre di Knowth. E .. Una volta tornata a casa .. sono con me per sempre, posso ricevere flashback e messaggi da quei luoghi anche giorni, o settimane … sette mesi dopo il mio viaggio.

Luoghi e ricordi sono diventati parte di me e del mio cambiamento.

Il mio scopo durante il viaggio è cambiato molte volte, ma alla fine è tornato al primo, originale, come in un cerchio. Io stessa sono cambiata, sento di essere più me , ho guadagnato una vita più “lenta”, più semplice e più gustosa. . Anche lavorare è diventato più leggero, e il mio scopo è più chiaro, ora.
Sto manifestando una vita che è più vicina alla mia verità.
Chiamerei questo viaggio … “Un’esplorazione succosa e fruttuosa”:
Ora ogni volta che mangio fragole mi collego alle mie scogliere preferite e alla voce nel mio “backstage” dicendo che il mio sogno era impossibile, in qualche modo ha lasciato spazio alla fiducia e ai nuovi progetti e sogni!

Perché dovrei consigliare alle persone di viaggiare nell’esperienza di coaching?

Uhmmm..non lo consiglierei: rende il tuo viaggio indimenticabile; ma il regalo peggiore .. è che una volta che sei tornato a casa, anche la tua “routine” giornaliera non sarà la stessa.
Tutta la tua vita rischia di trasformarsi in un viaggio costante, sorprendente, meraviglioso .. quindi, mi raccomando, non farlo !!!!!

Parola di Giulia S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?