Tracks il film visto dal Travel Coaching

“A tutti quelli che mi chiedono perché lo fai , io rispondo perché no?”

Non sono qui a fare una recensione, vorrei usare il film per fare alcune considerazioni sul tema Viaggio Iniziatico che porta questo film.

Robyn  sceglie di attraversare il deserto australiano :

  • La Motivazione , è la base di ogni viaggio, perché proprio quella meta? Nel caso del film viene spiegata come voler trovare un senso della vita dopo una vita senza significato. Noi, che significato diamo al nostro viaggio, perché scegliamo una meta invece che un’altra? La consapevolezza è fondamentale per poter rendere il tuo viaggio un concentrato di informazioni su di te e su ciò che andrai a fare.
  • La Preparazione, secondo step , Robyn  sa bene cosa le serve per fare quel viaggio e si prepara per almeno due anni . Quando scegliamo la nostra meta possiamo iniziare a prepararci , comprando una guida, leggendo libri di viaggio sul tema , allenandoci fisicamente, mettendo via dei soldi da utilizzare in viaggio, imparando le basi della lingua del posto dove andremo, scegliendo con cura la strada da percorrere.

  • La Partenza
    , una volta soddisfatte tutte le necessità, si parte , tutto ciò che è stato della preparazione va dimenticato , messo da parte per lasciare spazio al viaggio vero e proprio che è l’esplorazione del territorio e delle emozioni che proviamo , vero bagaglio necessario a rendere reale e memorabile il tuo viaggio. Le informazioni e abilità imparate durante la preparazione verranno fuori al momento opportuno come per Robyn in alcuni momenti del film dove flash back di insegnamenti appresi vengono a galla per salvarla da situazioni difficili.
  • Il Viaggio, durante il cammino, il cuore di chi siamo, di chi siamo stati e di chi vorremmo diventare o saremo dopo questo viaggio , si manifesta attraverso lo stato emotivo e i ricordi, il paesaggio e gli incontri ci porteranno a ridefinire chi siamo e a volte a percepire che non c’è più bisogno di una definizione.
  • L’Aiuto, in questo film  la figura dell’altro è sempre sotto forma di aiuto per  superare momenti di difficoltà, il fotografo, l’aborigeno, la coppia… tutti elementi di sostegno al viaggio.  Anche noi durante il viaggio possiamo riconoscere la qualità di accettare l’aiuto di chi si incontra, anche se il viaggio parte in solitaria, spesso non si viaggia mai da soli , l’incontro è parte integrante per riconoscere ciò che stiamo compiendo. Nel film “ Into de wild” il protagonista alla fine scrive “la felicità è reale solo se condivisa”.
  • Il Significato, durante il film la protagonista ridefinisce il motivo del suo viaggio durante il percorso, spesso possiamo partire per un motivo e poi durante , grazie a situazioni, incontri e riflessioni , la motivazione iniziale perde la sua forza e ne appare una più attuale e spesso anche legata al senso della condivisione. “mi sento sola, siamo tutti soli.” A questa frase poi nasce una consapevolezza , si è soli se non si condivide.
  • L’Arrivo, la meta finale , la conclusione del nostro Viaggio, la gioia di aver portato a termine l’impresa , qualcosa è cambiato in noi. Nel film è chiaro come l’espressione sempre imbronciata della ragazza all’arrivo si trasformi in un bellissimo sorriso. E noi? Come torneremo a casa?
  • Un Passo in Più, quando viaggi con un Travel Coach al termine del viaggio si fa un incontro per  fare del viaggio un’esperienza Utile oltre che Unica, attraverso i feed back del tuo racconto potrai fare della tua esperienza di viaggio una fonte di utili informazioni che potrai utilizzare nella vita quotidiana e rendere il tuo viaggio iniziatico una eterna fonte di sostegno .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?